In vista dello stop alla produzione di auto endotermiche previsto per il 2035, a livello governativo sono state approvate delle misure per supportare la conversione del settore automobilistico.

Il Ministero per lo Sviluppo Economico (Mise) ha infatti approvato lo scorso 2 novembre dei nuovi incentivi per l’acquisto di auto elettriche e ibride.

Questo provvedimento si inserisce all’interno di un obiettivo europeo di riduzione delle emissioni indicato dall’Agenda 2030 e di un obiettivo nazionale di transizione verso una mobilità più sostenibile, indicato nel Piano Nazionale Integrato Energia e Clima (PNIEC).

Vediamo insieme quindi a chi è rivolto questo nuovo incentivo e come richiederlo.

A quanto ammontano i fondi e quali sono i requisiti principali?

I veicoli destinati a questo bonus sono di tre gruppi specifici: 

  • Auto elettriche

Il bonus per l’acquisto di una nuova auto è di 5.000 euro in caso di rottamazione e di 3.000 euro senza rottamazione, con un limite di spesa di 35.000 euro. Solo per i casi in cui il reddito sia inferiore a 30.000 euro, il bonus raddoppia del 50% e, ad esempio, nel caso di acquisto con rottamazione il bonus ammonta a 7.500 euro.

  • Auto ibride plugin

Per questa categoria di auto invece il bonus raggiunge i 4.000 euro in caso di rottamazione e i 2.000 euro senza rottamazione, con una soglia di spesa massima di 45.000 euro. Anche per questo secondo caso, avere un reddito inferiore ai 30.000 permette di aumentare questo bonus del 50%.

  • Auto full hybrid

Quest’ultima categoria si riferisce in particolare ai modelli di auto ibride con emissioni che raggiungono al massimo 135 grammi di CO2/km. Il bonus in questo caso è di 2.000 euro, ottenibile solamente in caso di rottamazione, mentre il tetto massimo di spesa è di 35.000 euro. Questa categoria di auto non prevede un aumento del bonus in caso di reddito inferiore ai 30.000 euro.

Una volta considerato il tipo di auto, il tetto massimo di spesa e l’eventuale rottamazione, un altro requisito si riferisce al mantenimento della proprietà dell’auto per almeno 12 mesi: l’utente dovrà compilare e firmare questa dichiarazione in proposito.  

Come richiedere l’incentivo

La richiesta di incentivo  viene gestita direttamente dal concessionario durante la fase di acquisto dell’auto. L’utente che decide di acquistare una nuova auto elettrica o ibrida non dovrà quindi occuparsi della parte burocratica, basterà verificare che i requisiti necessari siano rispettati. 

Il termine utile per la richiesta è il 31 dicembre 2022, salvo esaurimento dei fondi. Per verificare lo stato dei fondi residui, è sufficiente collegarsi al sito del Mise che mostra la situazione aggiornata.

Approfondimento: Quanto costa installare una colonnina per auto elettriche?

 

CONSIGLI DA GURU

Stai pensando di acquistare un’auto elettrica ma non sai come ricaricarla? Contattaci per un preventivo gratuito, sapremo offrirti la soluzione migliore per le tue esigenze, guidandoti verso la transizione ecologica nel modo più comodo, sicuro ed efficiente!